Napoli-Roma 1-1: Derby del sole a tutta grinta

Andrea Serra

Andrea Serra

Sono un giovane studente romano, appassionato di sport, soprattutto di calcio, innamorato della Roma, che seguo assiduamente dall'infanzia.
Andrea Serra

A fronteggiarsi due grandi rivali del campionato italiano, Napoli e Roma sono pronte a dar vita al derby del sole che tanto spettacolo ha regalato in passato. Come ormai di consueto, la sfida rappresenta un’ottima chance per ambo le formazioni di migliorare le proprie posizioni nella parte alta della classifica.

La partita ha inizio con le formazioni intente a studiarsi a distanza , attestandosi sin da subito su ritmi sostenuti. Nel primo quarto le squadre si alternano nel possesso e nella guida del gioco fino al 15’, momento del repentino vantaggio giallorosso grazie alla freddezza di El Shaarawy che insacca in piena area avversaria un suggerimento laterale di Under mancato da Dzeko, accarezzando il palo alle spalle di Ospina. La rabbiosa reazione dei partenopei non si lascia attendere, tanto che nei 5’ successivi gli azzurri sfiorano il pareggio in ben tre occasioni, (due volte con Milik e una con Hamsik). Dopo 20’ abbondanti di stradominio napoletano, i giallorossi tornano ad affacciarsi in avanti con un’ottima combinazione al limite dell’area tra Under e Dzeko che, superato in slalom Ospina, vede negarsi all’ultimo la gioia del raddoppio da Albiol, che salva sulla linea.

La seconda frazione prende avvio con i padroni di casa agguerriti nella ricerca del pareggio. Gli uomini di Ancelotti dapprima si impossessano del centrocampo, prendendo in mano le redini del gioco, e col passare dei minuti iniziano a macinare occasioni su occasioni, costringendo i capitolini ad esibirsi in un catenaccio di altri tempi. Non senza affanni, ma spesso anche con ordine e precisione, la linea difensiva giallorossa, magistralmente guidata da Manolas, (uscito per infortunio nel finale) resiste nell’ordine al palo di Callejon (60’) e a svariati tiri sia di Insigne che di Mertens, con quest’ultimo che si vede annullare ben due gol per fuorigioco (al 74’ e all’82’). Al 90’, però, gli sforzi e la tenacia degli azzurri vengono ripagati con il tanto agognato pareggio, realizzato proprio dal belga che ribadisce in rete un tiro svirgolato da Callejon. La partita finisce sul risultato di 1-1, che considerando la mole e la qualità di gioco espressa dai ragazzi di Ancelotti sta un po’ stretto ai napoletani.

Pagelle Romaniste

  • Olsen: 6,5 – Salva i suoi in numerose occasioni e gestisce bene anche con i piedi. In grande crescita.
  • Santon: 5,5 – Partita per lo più difensiva per lui che viene continuamente puntato dalle ali avversarie, completamente assente la parte offensiva.
  • Manolas: 7,5 – Un muro invalicabile.
  • J.Jesus: 6 –  Senza infamia e senza lode, schierato a sorpresa ripaga la fiducia.
  • Fazio: SV
  • Kolarov: 5 – Relegato in difesa da Callejon tutta la partita, si perde Mertens sul gol.
  • De Rossi: 6,5 – Come sempre un gigante davanti alla difesa e dirige anche la fase di impostazione, esce anzitempo per infortunio.
  • Cristante: 5 – Inutile come la cipolla nella carbonara.
  • N’Zonzi: 6 – Lotta in mezzo al campo come un leone soprattutto nel primo tempo, poi la stanchezza gli fa commettere qualche ingenuità.
  • Under: 6 – In versione inedita oggi di grande sostanza e sacrificio e intuizioni offensive di grande intelligenza tattica, certo che qualche scatto dei suoi avrebbe fatto comodo.
  • Florenzi: 5,5 – Non entra in partita, rimane incompiuto sia in avanti che dietro.
  • Pellegrini: 6,5 – La maturazione continua, da geniale e discontinuo a utile e brillante, anche oggi in mezzo al campo unisce ottimo palleggio a visione e buona corsa.
  • El Shaarawy: 6,5 – Sigla il gol del vantaggio, poi a differenza di tante altre volte rimane costantemente in partita sfidando sino all’ultimo i difensori sulla sua fascia.
  • Dzeko: 6 – Pochi i palloni giocabili, ma quei pochi giocati molto bene come in occasione del vantaggio.
  • Di Francesco: 6 – Certo in Europa senza pressing guasta feste è tutta un’altra musica, però i suoi ragazzi stanno ritrovando compattezza e geometrie difensive di buon livello.

Sintesi Napoli-Roma 1-1 (28.10.2018)

Leggi anche:

Condividi!
[Heateor-SC]