Giallorossi, poker alla Viola

Andrea Serra

Andrea Serra

Sono un giovane studente romano, appassionato di sport, soprattutto di calcio, innamorato della Roma, che seguo assiduamente dall'infanzia.
Andrea Serra

Serie A di scena al Franchi dove, sotto una pioggia battente, si affrontano Fiorentina e Roma alla ricerca dei tre punti; l’una per riprendersi da una brutta sconfitta, l’altra per continuare il proprio inseguimento alla vetta.

La partita ha inizio attestandosi su ritmi subito elevati, con i giallorossi che sembrano più reattivi e vigili, tanto che dopo appena 5’ Gerson regala il vantaggio ai suoi, scaricando in rete un sinistro da posizione leggermente defilata in area di rigore. La Viola reagisce d’orgoglio prendendosi il campo e trovando immediatamente il pareggio con una bella azione corale, sviluppata in ampiezza e concretizzata da Veretout (9′) lasciato colpevolmente libero di impattare in area dalla retroguardia giallorossa. Le squadre in questo frangente si equivalgono, offrendo un livello di gioco e spettacolarità notevole. L’equilibrio è interrotto al 30’ nuovamente da Gerson, che riporta in vantaggio i capitolini con un goal fotocopia del precedente, mettendo a segno la sua prima doppietta personale in Serie A. Proprio quando la partita sembra mettersi ancora una volta in salita per gli uomini di Pioli, la Fiorentina accorcia nuovamente le distanze con un colpo di testa funambolico di Simeone al 39’, fissando così il risultato della prima frazione sul 2-2.

Dopo un primo tempo caratterizzato da qualche disattenzione di troppo, nonostante l’incredibile efficacia offensiva, i giallorossi partono con un approccio differente. Il discorso del mister negli spogliatoi sortisce subito i suoi effetti quando dopo appena 5’ Manolas, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, porta avanti i romanisti nel punteggio. La partita ora passa nelle mani della Viola, costretta a spingere alla ricerca del pareggio, la Roma invece si affida a ripartenze veloci per mettere in difficoltà la difesa avversaria e proprio su una di queste, il neo entrato Perotti (87’) insacca il quarto goal giallorosso, che regala tre punti non scontati, nonché il record della dodicesima vittoria consecutiva ottenuta in trasferta.

Pagelle giallorosse

  • Alisson 6,5 – Sui goal non può nulla e per contro salva più volte il risultato.
  • Florenzi 5,5 – Non la sua miglior prestazione di certo, Chiesa gli crea più di qualche difficoltà in fase di difesa.
  • Manolas 7 – Qualche errore di troppo in fase di impostazione, tuttavia più che bilanciato dai grandi recuperi sugli attaccanti avversari. Il goal che spezza la partita è la ciliegina sulla torta.
  • Fazio 5,5 – Sbaglia molto in fase difensiva e si perde anche Simeone sul goal.
  • Kolarov 6,5 – Nel primo tempo perde il confronto ai punti con Gil Dias, comunque offre spinta costante durante tutta la partita e buona tenuta difensiva complessiva.
  • Pellegrini 5 – In un centrocampo che non brilla, lui è la stella meno luminosa. Non trova la posizione giusta per offendere, né quella per bloccare gli inserimenti avversari.
  • Gonalons 5 – Sbaglia veramente molto Maxime, che non offre una prestazione comparabile con le sue ultime apparizioni in giallorosso.
  • Nainggolan 6,5 – Gioca male al pari dei suoi compagni di reparto, ma nel finale si sveglia e con 2 assist si salva da una valutazione negativa.
  • Strootman 6 – Fa rifiatare il centrocampo appannato, offrendo una prestazione solida e senza fronzoli.
  • Dzeko 6 – Non segna neanche in questa occasione, ma è veramente fondamentale il lavoro che compie per la squadra sia in fase di possesso che di non possesso, è elogiato anche dal mister per la sua mentalità e generosità.
  • El Shaarawy 6 – Sicuramente quello che manda in visibilio l’Olimpico contro il Chelsea è un altro giocatore, però è lui a mandare Gerson in porta sul primo goal.
  • Perotti 7 – Entra e segna, nulla da aggiungere per un giocatore in ottima condizione mentale e fisica.
  • Defrel SV
  • Gerson 7,5 – È lui l’eroe inaspettato di giornata. Con la sua doppietta fotocopia contribuisce in maniera importante a portare a casa un risultato positivo per la Roma. Finalmente dà segnali di crescita mentale e tattica.
  • Di Francesco 7 – Prepara la sua Roma adattandola ad ogni impegno e per il momento ci riesce molto bene, se poi il suo turn over dà frutti importanti come una doppietta di Gerson…

Leggi anche:

Condividi!

Commenta: