Chievo-Roma 0-0, pareggio amaro per i giallorossi al Bentegodi

Andrea Serra

Andrea Serra

Sono un giovane studente romano, appassionato di sport, soprattutto di calcio, innamorato della Roma, che seguo assiduamente dall'infanzia.
Andrea Serra

Nel clima gelido del Bentegodi, Chievo e Roma si sfidano per ottenere i tre punti in palio. I giallorossi, reduci dalla storica qualificazione agli ottavi di Champions, sfrutterebbero l’eventuale vittoria per portarsi a 3 lunghezze dalla vetta, mentre gli uomini di Maran migliorerebbero la loro già salda posizione in classifica.

La partita ha inizio, preannunciandosi sin da subito spettacolare e combattuta. Entrambe le formazioni operano grande pressing nella fase di non possesso palla, per cercare poi di ripartire verso la porta avversaria. Inizialmente sono i giallorossi a prevalere nel possesso e a macinare gioco, senza tuttavia essere mai realmente pericolosi. È il Chievo invece ad ottenere la prima vera occasione della partita, scheggiando la traversa con un tiro di Inglese al 12′. Per il resto del primo tempo, a parte un grande doppio intervento di Sorrentino prima su Schick poi su Gerson al 23′, il Chievo pare tener bene il campo, proponendosi spesso in avanti dalle parti di Alisson.

La seconda frazione ha inizio con i giallorossi più determinati e decisi a portare a casa il risultato. Sin da subito il pallino del gioco passa nelle mani dei capitolini, che costringono i clivensi a chiudersi, attuando un catenaccio di altri tempi. In breve iniziano a fioccare  le occasioni per gli uomini di Di Francesco, che riescono costantemente a tagliare il campo sino alla linea di fondo grazie alle incursioni di Kolarov da una parte e B.Peres dall’altra. Nonostante le innumerevoli iniziative offensive, però, gli scaligeri resistono. Da sottolineare la prestazione del portiere gialloblu Sorrentino, che si esprime su livelli di assoluta perfezione, negando il vantaggio ai romanisti con continui miracoli. Negli ultimi minuti della ripresa i capitolini schierano in campo tutte le proprie cartucce offensive nello strenuo tentativo di agguantare la vittoria, ma lo sforzo rimane vano: i tre fischi fissano il risultato sullo 0-0. La Roma dunque spreca una ghiotta occasione per accorciare su Juve e Inter, bloccate sullo 0-0 nel derby d’Italia, perdendo due punti contro uno spigoloso Chievo.

Pagelle giallorosse

  • Alisson 6 – La Roma subisce dietro, ma dalla sua linea di porta non passa nulla.
  • B.Peres 6 – La difesa come noto non è la sua specialità, ma oggi non sfigura, in attacco spinge bene ma i cross che sforna sono sempre inutilizzabili.
  • Fazio 5,5 – Considerando la forza dell’avversario e lo stato di forma della squadra, la retroguardia giallorossa soffre decisamente troppo le ripartenze gialloblu.
  • J.Jesus 5 – Discorso simile a quello fatto per il compagno di reparto, in più sbaglia spesso in fase di impostazione facendo correre rischi ulteriori.
  • Kolarov 7 – Trovare difetti alle sue prestazioni è molto difficile. Oggi fa della fascia sinistra il suo regno, fornendo continui suggerimenti offensivi per gli attaccanti.
  • Nainggolan 6 – Il Ninja appare stanco e non molto incisivo, ovviamente il suo apporto è comunque prezioso.
  • Gonalons 5 – Il regista francese, diversamente da altre volte, fa rimpiangere l’assenza di De Rossi. Appare compassato e spesso impreciso.
  • Strootman 6 – La lavatrice oggi in una posizione avanzata inedita, non sfigura, offrendo buona fisicità in mezzo al campo.
  • Gerson 5 – Mai al centro dell’azione oggi. Spreca anche una ghiottissima occasione, facendosi parare un tiro da due metri dalla linea di porta.
  • Schick 6 – Finalmente avviene il suo esordio dall’inizio. Inizialmente non sembra a proprio agio in posizione da prima punta. Con il passare dei minuti, però, cresce proponendo ottimi spunti offensivi. Buona la prima.
  • Dzeko 5.5 – Il gigante oggi subentra nella ripresa, ma non riesce ad incidere sulla partita. Spreca un paio di occasioni importanti.
  • El Shaarawy 5 – Il faraone è assolutamente evanescente, non riuscendo quasi mai ad entrare nelle manovre offensive romaniste.
  • Perotti 6 – Subentra nel secondo tempo senza riuscire a spostare gli equilibri, tuttavia la sua prestazione è buona.
  • Di Francesco 6 – La sua Roma la partita l’ha fatta, spingendo sull’acceleratore per gran parte della partita. Indubbiamente l’obiettivo vittoria non è stato raggiunto, ma lo sforzo c’è stato tutto. Da rivedere la circolazione di palla sterile del primo tempo.

Leggi anche:

Condividi!

Commenta: